Quando il Marketing è etilico

Renzo ServadeiUmberto Seletto, Il Marketing etilico, Fausto Lupetti Editore, 2013, €16,00

LETTERATURA: Il marketing si suddivide in tre tipologie: analitico, strategico e operativo. A queste tipologie se n’è aggiunta ora una nuova, ovvero quella del marketing etilico. Il Marketing etilico non è un libro sul vino e le sbronze, come molti potrebbero pensare dal titolo, ma racchiude in se l’utilizzo del paradigma del vino come metafora moderna dell’autenticità e della passione.

La parola marketing indica letteralmente “collocare sul mercato”. Il marketing si suddivide in tre tipologie: analitico, strategico e operativo. A queste tipologie se n’è aggiunta ora una nuova, ovvero quella del marketing etilico. Il Marketing etilico, libro edito da Fausto Lupetti Editore, non è un libro sul vino e le sbronze, come molti potrebbero pensare dal titolo, ma racchiude in se l’utilizzo del paradigma del vino come metafora moderna dell’autenticità e della passione. Perché la passione si addice al lavoro degli uomini e rimarrà sempre una leva competitiva insostituibile. Umberto Seletto e Renzo Servadei,  entrambi manager e professionisti delle vendite e della comunicazione nel settore dell’Automotive, hanno raccolto in questo libro le loro riflessioni e la loro voglia di sdrammatizzare l’approccio relazionale con lo scopo, anche provocatorio, di  creare un innesto di autenticità e di semplicità. E ciò anche per trovare parametri realistici per assicurare un coinvolgimento più personale nelle pratiche del business. Renzo Servadei a pag. 62 spiega i primi quattro presupposti su cui si basa il marketing etilico: 1. L’etica 2. L’etica 3. L’etica 4. L’etica. Decisamente un parlar chiaro. Il libro rappresenta la realizzazione di un progetto a cui Servadei pensava da tempo e che l’incontro con Seletto ha reso possibile. Le ultime righe di queste 216 pagine sono di Philip Kotler, autorità mondiale nell’ambito del marketing, il quale afferma che: “La buona notizia è che il marketing si impara in un giorno. La cattiva notizia è che occorre una vita per conoscerlo a fondo”. Di buoni motivi per leggere questo libro ce ne sono tanti, il più importante forse è che i diritti d’autore derivanti dalla vendita andranno per intero a Anticrisi Day-Onlus e saranno destinati ad opere di beneficienza indiretta.

Print Friendly, PDF & Email
Invia una mail per segnalare questo articolo ad un amico