Archivio della categoria: Andrea Segrè

451 parole: Terremoto

di Andrea Segrè - Vivo a Crevalcore. O forse sarebbe meglio dire, vivevo a Crevalcore1. Sono a pochi chilometri dall’epicentro, anzi dagli epicentri del terremoto che a partire dal 20 maggio2012 ha colpito, ripetutamente, l’Emilia. [...]

451 parole: Duemilatrenta

di Andrea Segrè - Duemilatrenta ovvero fra 18 anni, giusto il tempo per una nuova maturità. Oppure per la nostra fine. Perché sarà proprio questo, il 2030, l’anno della perfect storm prevista dal professor John Beddington1. Una “tempesta perfetta” dovuta a un mix di effetti negativi legati al [...]

451 parole: energia

di Andrea Segrè - L’era dei combustibili fossili, delle energie non rinnovabili responsabili dei cambiamenti climatici ambientali, sta per terminare. Adesso è il tempo di investire e di utilizzare le fonti energetiche rinnovabili per la creazione di una società finalmente sostenibile.

451 parole: dono

di Andrea Segrè - Segrè ci porta a riflettere su come lo spirito del dono sia sostituire ai valori della società mercantile, i valori dell’altruismo e del rispetto per l’ambiente. Uno spirito, quello del dono, che significa anche riconoscere il debito ecologico, ridistribuire, riciclare, restituire [...]

451 parole: spreco

di Andrea Segrè - Il significato dello spreco oggi: cosa vuol dire "sprecare" e "ridurre gli sprechi"? Prendendo spunto da citazioni tratte dall'Antico Testamento e Nuovo Testamento, dove lo spreco e l'esubero esistono e hanno un valore importantissimo [...]

451 parole: felicità

di Andrea Segrè - Siamo sempre più poveri, dunque dovremmo essere anche più felici. O, per dir meglio, la povertà non incide sulla nostra felicità. È questo il cosiddetto “paradosso della felicità” scoperto dall’economista Richard Easterlin, nel 1974. Nel corso della vita la [...]

451 parole: carne

di Andrea Segrè - Mai più carne. È questo il monito uscito con maggiore prepotenza da un forum internazionale sulla nutrizione e la salute, perlomeno dopo gli interventi di Umberto Veronesi, direttore scientifico dell’Istituto Europeo di Oncologia. Perentorio: la carne [...]

451 parole: Insicurezza

di Andrea Segrè - La sicurezza – dal latino sine cura, senza preoccupazioni – è probabilmente il termine che si declina di più in questo periodo di crisi planetaria. Sicurezza internazionale, nazionale, personale, economica, ambientale, informatica, sul lavoro, nei trasporti e così via. [...]

451 parole: Tempesta

di Andrea Segrè - Sono tempi, quelli che stiamo vivendo, tempestosi. Un tempesta senza fine, pare. Uno stato continuo di turbamento, di agitazione, di alterazione, di incertezza. Un tempo scandito, tutti i giorni, dai ritmi [...]

451 parole: metaconsumo

di Andrea Segrè - Scritto proprio così: metaconsumo. Un neologismo che possiamo leggere in due modi: ridurre i consumi (della metà?) ma anche andare oltre i consumi, ripensarli, trasformarli, mutarli. Del resto, abbiamo già scritto che la società dei consumi è finita [...]

In memoria di Giorgio Celli

di Andrea Segrè - Giorgio Celli ci ha lasciato l’11 giugno. Attendevamo l’ultimo articolo che ci aveva promesso prima che la malattia lo cogliesse. Il tema era di grande interesse: le piante pensano? Come di grande interesse è l’articolo che scrisse per il primo numero di ‘451’, [...]

451 Parole: economia (colorata)

di Andrea Segrè - Oggi esistono tanti tipi di economia, che siamo soliti distinguere con dei colori: rossa, verde, blu, gialla e nera. Colori che identificano l’atteggiamento del mercato nei confronti delle esigenze del cittadino e del pianeta. [...]

451 parole: ogiemme

di Andrea Segrè - Proprio scritto tutto attaccato: Ogiemme. In acronimo, Ogm: organismo geneticamente modificato. Ovvero, secondo la definizione data dall’Unione Europea, «un organismo, diverso da un essere umano, il cui materiale genetico è stato modificato in modo diverso [...]

451 parole: rifiuto

di Andrea Segrè - Rifiuto dunque (non) sono. La civiltà moderna tende a rimuovere i rifiuti, fisicamente ma soprattutto mentalmente. È il rifiuto del rifiuto. Che poi ci porta a rifiutare non solo le “cose”, ma anche le persone: l’altro, il diverso, alla fine noi stessi.

451 parole: decrescita

di Andrea Segrè - Con il prefisso de privativo, che indica regresso, la decrescita è il terrore dei politici e dei ministri dell’economia, tutti concentrati come sono, destra e sinistra in questo uguali, sulla crescita e sulla sua misura materiale: il Prodotto Interno Lordo. Basta uno “zero virgola” [...]

451 parole: terraa

di Andrea Segrè - Proprio con due A: terraa. Perché, come sostiene Bill McKibben nel suo ultimo libro, Terraa. Come farcela su un pianeta più ostile (Milano, Edizioni Ambiente, 2010), in questo nuovo pianeta che abbiamo creato, più duro e ostile di quello che conoscevamo come terra [...]

451 parole: acqua

di Andrea Segrè - Ci ha detto Tonino Guerra, ricevendo il Sigillum Magnum dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, l’11 novembre 2010: «non è vero che uno più uno fa sempre due: una goccia più una goccia fa una goccia più grande». E pensare – gli abbiamo ricordato – [...]

Fame e sazietà. Un mondo diviso

di Andrea Segrè - Ormai lo sappiamo bene: c’è chi mangia troppo poco, chi non mangia affatto e chi mangia troppo, con conseguenze devastanti sulle risorse naturali e umane. Partiamo da due giornate mondiali dedicate al cibo che cadono entrambe – forse non a caso – nello stesso mese.